> STAMPA IL NOSTRO FLYER
LANGUAGES >
 
   
  Casa vacanze e appartamenti in affitto nell'area del Chianti Classico. L'affitto turistico ideale per la vostra vacanza nel cuore della Toscana.  
     
 
HOME
APPARTAMENTO 1
APPARTAMENTO 2
PREZZI
PRENOTAZIONE
CONTATTI
 
 
IMMAGINI
EVENTI
ITINERARI
LINKS
OSPITI
BLOG
 
     
 
Appartamenti in affitto:

Follow annaholiday on Twitter
 

Il Chianti:

Il Chianti
Gaiole in Chianti
Archeoturismo in Chianti
Gli agricoltori del Chianti
Centro di Studi Storici
Castellina in Chianti
Greve in Chianti
   
 
 
 

Radda in Chianti

HOME ITINERARI RADDA IN CHIANTI
 

Abitanti 1590, altitudine m 533. Centro prevalentemente agricolo posto su un poggio che segna lo spartiacque tra le valli del Pesa e dell'Arbia. Tutto il suo territorio è compreso nel Chianti Classico.
E' raggiungibile da Firenze percorrendo il tratto di superstrada Firenze Certosa-S. Donato (Km 22) e continuando per altri 25 chilometri. Da Firenze si può anche prendere (a Ponte a Ema) la statale 222 "chiantigiana" (Km 49), oppure la strada che da (ialluzzo passa per Greve in Chianti (Km 48). Da Siena è raggiungibile attraverso la statale 222 "chiantigiana" (Km 32). Utilizzando l'Autostrada del Sole occorre uscire al casello di Firenze Certosa per chi viene da Nord (Km 47) e al casello di Valdarno per chi arriva da S,,id (Km 26).

Storia e monumenti di Radda in Chianti

La struttura viaria, a centri concentrici attorno alla rocca, e le viuzze strette che sfociano in modesti slarghi, danno ancora oggi l'idea del Medioevo in un modesto centro. Le case, più volte abbellite e rifatte, data la presenza di una piccola borghesia (notai, cancellieri, comandanti delle truppe, scrivani) che si muoveva

attorno al podestà inviato da Firenze, si traducono in edifici di buona fattura. La dignità del borgo si ritrova del resto nel bel Palazzo del Podestà, costruito a partire dal 1400 e portato a termine molto più tardi.

Fin dal Lodo di Poggibonsi del 1203, Radda è nell'orbita fiorentina. Divenuta il centro del Terziere del Chianti (forse dopo una breve permanenza della sede a Castellina), resterà capoluogo del Chiariti Meridionale fino al 1774, allorché il Granduca Leopoldo scioglie il terziere e suddivide la zona in comuni.

Le origini di Radda si perdono nel buio dell'alto Medioevo. Non doveva tuttavia essere un centro molto importante se la chiesa parrocchiale dipendeva dal Piviere di S. Maria Novella posto sull'altro versante della valle del Pesa. Dopo aver attratto gli abitanti di alcuni villaggi vicini, prossimi allo spopolamento (S. Maria Novella, Albola, Montevertine, Volpaia, Selvole), giunge a Radda anche un gruppo di Francescani che erigono il Monastero tuttora presente (forse l'ultimo cenobio istituito nel Chianti, dopo la grande fioritura avvenuta attorno al Mille). Si tratta di una costruzione di modeste dimensioni, raccolta attorno ad una piccola chiesa, e adornata di un bel portico che gira attorno alla facciata e ai lati.

Le vicende della lunga vita di Radda non saranno note fino a quando non si porrà mano all'archivio podestarile che conserva i documenti e gli atti di alcuni secoli. Non ne usciranno forse avvenimenti clamorosi, ma si potranno ricostruire le vicende di questa comunità che, per secoli, è stata zona di frontiera.

Tre date funeste per la storia di Radda sono il 1230, allorché viene assalita dai Senesi, il 1268, quando è saccheggiata dalle truppe di Carlo d'Angiò e il 1478, anno che sancisce la sua distruzione.

Con la improvvisa fine della Repubblica Senese del 15 5 5 Radda e l'intero Chianti escono dalla storia e trovano quella pace che era mancata per secoli. Le vicende belliche lasciano peraltro il posto a profondi mutamenti sociali. Quella che era una terra di confine, sempre sottoposta al pericolo di invasioni e ruberie, diventa oggetto di attenzione da parte di nobili e mercanti fiorentini. Al posto di castelli sorgono ville, spesso prestigiose, al centro di ampie tenute. Molti piccoli proprietari cedono le loro terre che vengono accorpate a quelle di nuovi proprietari per lo più provenienti dai grossi centri urbani. Le nuove strutture produttive fanno quindi capo a veri e propri imprenditori che mirano a far rendere i loro investimenti. In una relazione del 1773 redatta dal Granduca Pietro Leopoldo 1 il borgo viene così descritto: «Il castello è situato bene, era anticamente fortificato, ora è in decadenza, spopolato e cascante, il che è naturale, atteso che è fuori mano di tutte le strade e remoto da per tutto. Vi è una prioria e, fuori, il convento dei francescani riformati i quali sono 16 ed utili perché aiutano e servono le chiese del Chianti che sono povere e non possono tenere cappellano per essere molto vaste e sparse». Il borgo di Radda è sempre stato di modeste dimensioni: ospitava 5 10 abitanti nel 1551, 606 nel 1745 e 766 nel 1840. L'intera comunità (cioè borgo e contrada circostante) comprendeva 1950 abitanti nel 1551, 2702 nel 1840 e 1585 secondo il censimento del 1981, a testimonianza di quel fenomeno di spopolamento che ha caratterizzato le vicende della zona nel corso dell'ultimo secolo. Oggi Radda sembra aver trovato una sua dimensione. La sua economia, legata quasi esclusivamente alla produzione ed al commercio vinicolo, ha trovato un certo equilibrio. Il turismo potrebbe forse rappresentare un altro momento qualificante, dato che la cittadina e il suo territorio offrono un ambiente ricco di valori naturali e umani di notevole interesse, come si può vedere anche dalla descrizione dei singoli borghi.

Le manifestazioni a Radda in Chianti

Nell'ambito del Comune di Radda in Chianti, nel periodo compreso tra la fine di giugno e la fine di agosto si organizzano varie feste popolari quali: la festa del Perdono (Radda, ultima domenica di agosto) e varie feste a Lucarelli (ultima domenica di giugno). a La Villa (ultima domenica di luglio), a La Croce (ultima domenica di agosto), a Volpaia (10 Gli stemmi del Palazzo del arosto) ed a Selvole (15 agosto).

Mercato ogni quarto lunedì del mese.

Vedi anche:
Immagini di Radda in Chianti
Radda nel bicchiere (evento)
Fiera del Perdono a Radda in Chianti
< torna alla lista degli Itinerari toscani consigliati nell'area del Chianti Classico
 
     
   
     
  HOME | APPARTAMENTO 1 | APPARTAMENTO 2 | PREZZI | PRENOTAZIONE | CONTATTI | HTML SITEMAP  
  IMMAGINI | EVENTI | ITINERARI | LINKS | OSPITI | BLOG  
 
Annaholiday.com - Via Giuseppe Verdi 48, 52 - 53013 Gaiole in Chianti - SIENA - ITALY
Informazioni e prenotazioni: | info@annaholiday.com

 
 
All Rights Reserved. Copyright (c) 2013 Annaholiday.com
 
     
 
   
 
  Appartamenti in affitto, casa-vacanze nel Chianti, Toscana